Prestito per cure dentistiche

Prestito per cure dentistiche: come funziona?

Come funziona il prestito per le cure dentistiche? Chi può richiederlo e dove si effettua la richiesta? In quali casi clinici può essere richiesto e quali sono le informazioni più importanti da conoscere? In questo approfondimento cercheremo di rispondere a tutte queste domande specificando che le informazioni che riguardano i prestiti per le cure dentistiche possono essere applicate anche a esami medici, interventi chirurgici, impianti dentali e necessità sanitarie di qualsiasi genere. Purtroppo per molte persone è molto difficile poter provvedere ai costi che richiedono certe spese mediche e, per questo, esistono prestiti appositi che consentono di accedere alle cure con un semplice e ben più leggero pagamento a rate. Ecco tutto quello che devi sapere. 

Cure dentistiche: come prendere la miglior decisione?

Quando si prospettano cure dentistiche piuttosto costose le strade percorribili sono due: dentista pubblico della ASL o dentista privato. Nel primo caso spenderai molto di meno ma dovrai tollerare tempi di attesa interminabili e, quindi, l’opzione è praticabile per lavori non urgenti. Con il dentista privato vieni accolto in un ambiente professionale molto rapidamente ma i costi lievitano notevolmente. Questa opzione è indicata per urgenze o per chi ha un professionista di fiducia al quale intende affidare la propria salute. 

In ogni caso la salute dei denti è la prima cosa a cui pensare  per cui suggeriamo di non rimandare troppo per timore di dover far fronte a spese esose perché le soluzioni praticabili ci sono e sono pensate per consentire a tutti di ricevere le cure necessarie. Di norma il costo di un dentista può aggirarsi sui cento euro fino a superare i cinquemila per cui conviene chiedere diversi preventivi cercando professionisti abilitati e qualificati. Cosa fare quando il preventivo riporta cifre che non possiamo momentaneamente permetterci? Si ricorre al prestito per le cure dentistiche che può essere finalizzato o personale

Prestiti finalizzati o personali?

Per prima cosa devi sapere che esistono almeno due grandi tipologie di prestiti per cure dentistiche o mediche. Una riguarda i prestiti finalizzati che vengono sottoscritti direttamente presso le cliniche o le strutture convenzionate. In questo caso la struttura mette a disposizione dei pagamenti dilazionati svolgendo un semplice ruolo di intermediario tra il paziente e la finanziaria. 

La seconda tipologia riguarda i prestiti personali che possono essere richiesti anche online. Questi vengono erogati direttamente sul conto corrente del richiedente nella misura sufficiente a coprire le spese per cui è stata fatta richiesta. In questo caso il consiglio migliore che possiamo darti è quello di verificare con attenzione quali sono le condizioni di restituzione e, dunque, il TAEG applicato alla somma erogata. 

Quindi posso pagare a rate il dentista?

La risposta è sì, certo che puoi farlo. Le modalità, tuttavia, dipendono dal professionista che hai scelto e dalle modalità di finanziamento a cui deciderai di affidare le cure. In generale possono accedere ai prestiti per le cure dentistiche tutti i lavoratori e i pensionati oltre agli autonomi. In ogni caso le garanzie da fornire saranno le classiche richieste per qualunque tipo di prestito. Trattandosi di cifre che non superano i cinquemila euro, quindi, possono farne richiesta anche i protestati e i cattivi pagatori segnalati al CRIF. Non possono accedere a questo prestito persone disoccupate senza reddito dimostrabile. Per la richiesta occorre essere residenti in Italia e avere un’età superiore ai diciotto anni. In alcuni casi potrebbe essere richiesto un garante per l’accettazione del prestito oltre alle consuete certificazioni di reddito come il CUD e altre prove della propria situazione reddituale.